Domenica, 21 ottobre 2007, è scomparso Michele Protano, primo Presidente socialista della Provincia di Foggia dal 1981 al 1990. Ginecologo, medico chirurgo e medico condotto, Protano aveva da poco compiuto 80 anni, ed era stato recentemente insignito della Medaglia d’Oro dell’Ordine Provinciale dei Medici, per le sue benemerenze professionali.
Ha esercitato la professione medica a Peschici, quale medico condotto, e quindi a Foggia ricoprendo incarichi dirigenziali nell’ambito dell’igiene pubblica.
“La morte di Michele Protano – ha detto il Presidente della Provincia, Carmine Stallone – mi rattrista profondamente. Gli ero particolarmente legato sia in quanto medico, perché è stato un esempio per tutti noi, sia in quanto ex Presidente della Provincia, per l’impegno e l’efficienza con cui affrontava i problemi. L’affetto con cui viene ancora oggi ricordato dai consiglieri, dai dirigenti e dai dipendenti che hanno lavorato con lui è la più bella testimonianza della qualità e dell’onestà con cui ha operato.”
Michele Protano è l’amministratore provinciale che vanta la più lunga attività a Palazzo Dogana.
Eletto per la prima volta alla Provincia nel collegio provinciale di Vieste (città che gli ha dato i natali), il 10 giugno del 1962, Protano ha ricoperto incarichi amministrativi quasi senza soluzione di continuità per circa trent’anni.
È stato assessore provinciale nelle giunte presieduta da Gabriele Consiglio (dal 1962 al 1964 e dal 1965 al 1966) e da Berardino Tizzani (dal 1966 al 1970), quindi Vicepresidente nella Giunta Provinciale presieduta da Franco Galasso (dal 1971 al 1976), ed infine Presidente per due consiliature, dal 1981 al 1990.
Nella sua attività in seno all’esecutivo di Palazzo Dogana, prima della Presidenza, Protano si è occupato di assistenza e servizi sociali, e di lavori pubblici. In quest’ultimo settore, si è particolarmente distinto nella realizzazione delle infrastrutture di supporto alla crescita del turismo, facendo progettare e realizzare le litoranee Mattinata-Vieste e Vieste-Peschici.
Nella sua attività presidenziale, Protano ha conseguito risultati fondamentali per lo sviluppo della Capitanata. Lavorando di stretta intesa con il Comune di Foggia ha svolto un’azione decisiva per l’istituzione dell’Università, promuovendo la “giornata di mobilitazione” popolare che è rimasta una delle più significative azioni di sensibilizzazione civile e democratica, e per il completamento della Superstrada Garganica.
Decisivo anche l’impulso dato al ripristino ed alla riattivazione dell’Aeroporto “Gino Lisa” di Foggia attraverso la costituzione del Consorzio Lisa e, successivamente, della SEAP, che lo vide tra i soci fondatori e tra i componenti del consiglio di amministrazione.
A lui si deve anche l’avvio della prima esperienza di “concertazione” con il sindacato e con le imprese, attraverso il varo della Conferenza Provinciale per lo Sviluppo e l’Occupazione. Le diverse vertenze che in quegli anni hanno punteggiato il tessuto economico della Capitanata (Enichem. Buitoni, Fildaunia, Cucirini) lo hanno sempre visto impegnato in prima persona, al fianco dei lavoratori e delle organizzazioni sindacali.
Oltre agli incarichi amministrativi a Palazzo Dogana, Protano è stato segretario organizzativo del PSI, consigliere comunale a Vieste, consigliere comunale e vicesindaco a Foggia (nella Giunta guidata da Salvatore Chirolli), e componente del Consiglio di Amministrazione dei Monopoli di Stato.

Annunci